lascio l’iPad ai bambini…e son sereno (ora vi racconto il perchè)

me lo sento dire sia dai non avvezzi di tecnologia (diciamo così) sia da chi ha il suo bell’iPhone sempre appresso, e suona pressappoco così: “ ma lasci usare liberamente l’iPad a tua figlia? ma è sicuro? non è  diseducativo?”.

Per come la vedo io è in un certo senso la domanda ad essere mal posta, nel senso che la domanda corretta (ed alla quale posso portare argomentazioni) dovrebbe essere: “ma l’iPad è un valido sostituto della televisione?” Allora ecco che la mia risposta alla domanda è sì, decisamente sì.

Magari c’è timore verso l’uso che ne può fare un bambino, dato che il tablet in generale è un oggetto relativamente nuovissimo ed in parte inesplorato e si sa, in genere si ha paura di quello che non si conosce…ma per contro la tv la conosciamo fin troppo bene, ma proprio per questo non la temiamo più, anzi, la  lasciamo agire a cuor leggero sui nostri figli.

Per bene che vada tra un cartone e l’altro (magari nemmeno troppo male…) ci si infilano blocchi di pubblicità d’assalto, dove nella migliore delle ipotesi ci sono giochi per costruire un futuro soldato (bambino) o una principessina ammiccante (bambina), entrambi desiderosi di cibo spazzatura stile caramelle merendine ecc…(la meno peggio alla fine è ancora la nutella, il resto…).

E’ anche normale lasciare che ci sia un TV in camera dei bambini, lasciando con la sua intrinseca passività che ne addormenti la curiosità e la voglia di inventarsi storie che è innata nei piccoli, senza pensare che mettere un reale filtro a cosa fare vedere e cosa no è quasi impossibile.

Con un futuro dove un qualcosa di simile all’iPad sia posto al centro dell’intrattenimento non possiamo non dire di avere uno strumento che potenzialmente può aumentare la qualità della vita dei piccoli. Elenco un paio di punti a favore, tanto per…:

  • L’iPad può essere reso totalmente privo di pubblicità, mica male come inizio no?
  • è interattivo, quindi uno scalino sopra la passività a cui relega la tv
  • i genitori che installano le applicazioni sul tablet hanno a disposizione decine di apps davvero educative, e nulla di più facile che mettere una password su iTunes e chiudere l’accesso al wi-fi, lasciando comunque il dispositivo fruibile per ore di intrattenimento/apprendimento.
  • si può fare in modo che i contenuti dell’iPad siano calzati sull’età del figlio (dato che in tv i bambini guardano i programmi per gli adolescenti, e gli adolescenti quelli per adulti…)
  • un tablet te lo puoi portare anche (volendo) in campeggio o al mare
  • è uno stimolo alla curiosità e all’apprendimento, dato che non credo che i nostri piccoli abbiano voglia di vedersi i pur interessanti docs su national geographics
  • è un potenziale strumento per lo sviluppo di abilità, attraverso la navigazione multitouch, possono risolvere piccoli enigmi, puzzles…quali abilità sviluppa guardare la tv?

Insomma, penso sia un buon metodo per non trasformare i nostri figli in italiani medi devoti a santa maria de filippi, ma per lo meno dagli qualche strumento in più per potersi scegliere liberamente la propria strada.

Annunci

1 Commento

Archiviato in macintosh e affini

Una risposta a “lascio l’iPad ai bambini…e son sereno (ora vi racconto il perchè)

  1. Parole sagge!!!
    La penso proprio come te, anch’io preferisco che la mia piccola peste si diverta con le app create apposta per lui piuttosto che stia a guardare in tv quei cartoni spara-spara, ammazza-ammazza, che spesso trasmettono sui canali per bambini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...