pedalare sui bordi della vasca da bagno

avrebbe dovuto scriverlo qualcun altro un pezzo del genere, diciamo che io al momento mi limito a condividere con voi la storia di questo grande campione, poco famoso, ma con una storia da raccontare di quelle che vorresti non finissero mai, parliamo di Ferdinando Terruzzi, il più grande seigiornista di tutti i tempi

qui le fonti:

corriere

vigorelli.org

e qui un paio di estratti, buona lettura

Portava il caschetto sulle ventitre’ e il naso fin sopra il tubolare . quando si sporgeva nelle volate . tanto da usarlo come un freno innaturale, arrotino di se stesso tra il raccapriccio e la stupita ammirazione della gente: “Lo facevo per lo spettacolo, dopo uno sprint di rimonta, quando ero sicuro d’ essere primo. Qualche volta il naso sanguinava, ma era diventato quasi un gioco. Poi e’ venuto un foruncolo e mi sono dovuto operare. Show o competizione, mi prendevo tutti i rischi, perche’ la pista e’ cosi’ : se ti vedono spericolato ti temono e ti lasciano passare. Eravamo come cani che sentono quando uno ha paura”.

Portava il caschetto sulle ventitre’ ,  ed era l’ acrobata della bici: un uomo “che poteva pedalare perfino sui bordi della vasca da bagno”, parola di Coppi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in bici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...