Essere social, A.D. 2012

Se gli anni “zero” sono stati gli anni dell’esplosione del fenomeno internet e dei cellulari/SMS, stiamo già capendo un po’ tutti che gli anni “dieci” saranno gli anni dei social network uniti al GPS e tutto stipato dentro i nostri beneamati nano-pc-portatili che qualche simpaticone ancora chiama smartphone…

social

Ma sì dai parliamone, fatemi dire la mia (e poi commentate senza pietà) su come è diventato e come (spero) diventerà la sfera dei social network nella sua evoluzione che sta già pesantemente iniziando grazie ai telefoni intelligenti che uniscono l’accesso ad internet (banale) alla geniale opportunità del geo-tag grazie al sempre più comune gps integrato.

E come non iniziare se non parlando di faccia-libro? avanti…

Ovviamente anche io ho un profilo facebook, ci vado abbastanza spesso, ma interagisco pochissimo per l’enorme pattumiera che è diventato.  Sia chiaro che a me piacciono e pure parecchio i social network, ma solo se questi funzionano per stimolare la mia attenzione e non per assopirla. Ecco, ora come ora il “contenitore mediatico” che è diventato facebook sta al mio limite di sopportazione… Concordo comunque con chi sostiene, a ragione, che infondo facebook e co. non sono altro che scatole collegate, poi dipende da cosa ci si mette dentro a quelle scatole per far in modo di rendere interessante e stimolante la loro fruizione. Ecco, ormai facebook non ce la fa proprio più, tra troll improvvisati, fenomeni da baraccone trash e tonnellate di cani cagnolini e gattini (e sono amante degli animali, ma di quelli veri!) ormai non si può più digerire. Ancora funziona benino la creazione e gestione in termini di comunicazione diretta degli eventi, ma siamo proprio all’ultimo baluardo all’interno di un castello di carte prossimo al collasso…. ah dimenticavo, auguri Zuckemberg per la tua odierna collocazione in borsa!
Il connubio con l’iPhone poi (non fatemi passare da poser del cazzo, ce l’ha il 70% di voi…) la dice lunga: facebook ha un codice sorgente scritto talmente male che rispecchia i suoi contenuti, che sia un segno? Apro solo un mini inciso per dire che a mio avviso il colosso di Mountainview sta cadendo nello stesso errore, non proponendo nulla di realmente alternativo con il suo Google+.

Trovo invece molto valido Twitter per tanti motivi ma che in sostanza si riassumono nel fatto che il limite dei 140 caratteri impone un minimo di impegno per poter scrivere qualcosa di sensato/pensato e che realmente appartenga a chi lo scrive.  Le notizie corrono velocissime sulla time line (ha la potenzialità di diventare una perfetta sorgente di news come e meglio del classico feed-rss appoggiato a google reader) e anche se la possibilità di mettere link vanifica un po’ la mia tesi, si trovano quasi sempre cose interessanti da leggere e passare oltre e scorrere la timeline è facile e veloce con qualunque strumento informatico voi usiate sia esso il classico pc che i vari dispositivi mobili….e poi ci scrivono una serie di personaggi che hanno uno spiccato senso dello humor, spesso anche caustico e nichilista come piace a me, e questo già nobilita molto la piattaforma.
Analogamente mi piacciono i social network che usano schemi simili a Twitter, uno su tutti Instagram, dove a volte trovi foto incantevoli e ti vien voglia di provarci anche tu –> stimolo efficace. Poi come diceva giustamente un mio amico fotografo,  l’importante è che l’effetto sulla foto (lomo e simili) sia secondario e funzionale alla foto stessa e non il protagonista, altrimenti ciao ciao, in parole povere La tecnologia abilita il talento dove c’è, non lo crea.” (cit.). Se invece non potete vivere senza la musica, quello che fa per voi è SoundTracking, carino anche se ad ora è poco diffuso, integra un po’ il microblogging alla twitter a tema musicale, con la funzione di autoriconoscimento dei brani ascoltati tipo Shazam (ma non funziona così bene).

Dicevo dell’unione tra internet e GPS, beh il capobranco direi che oggi è il signor foursquare, sta avanti a tutti, anche se la sua funzione con tutto il rispetto è molto più vicina a quella di un particolare videogame che non di una rete sociale vera  e propria, dato che il giochino più bello dopo un po’ diventa quello di taggarsi in posti a caso pur di raccimolare punti per battere l’amico più nerd di me…. ah, fino alla scorsa settimana ero major dell’Ikea, mica bruscolini! Occhiolino

L’ultima mia piacevole scoperta è path che di fatto è un po’ la sintesi di twitter-instagram-foursquare, ma anche lì, come i 140 caratteri di twitter, la cosa buona sta nella limitazione: 50 persone la massimo in contatto, quelle che un minimo contano nella tua vita, con cui condividere il tuo percorso quotidiano (sia chiaro, le solite cose, foto, geotag, musica, film e poco altro) talmente semplice ed essenziale da incarnare il classico spirito delle cose nate/pensate per Apple. Dove le impostazioni di privacy semplicemente non esistono, dato che solo chi è in contatto con me può vedere le foto, gli altri no: meglio di così… In bonus  la “simpatica” funzione dello sleep e awake, di modo da non scrivere il solito  “buongiorno” come primo messaggio della giornata, dato che poi di solito la risposta base che vorrei dare è la classica “buongiorno un cazzo!” (cit.).

Ah dimenticavo, linkedin non ho ancora ben capito a cosa serva, solo non scrivete i vostri curriculum in inglese se poi non ci volete andare all’estero a lavorare…

4 commenti

Archiviato in Uncategorized

4 risposte a “Essere social, A.D. 2012

  1. Ognuno ha la sua opinione, per carità… ma il passaggio iPhone -> codice sorgente di FB non l’ho mica capito. Peraltro, su quali criteri hai stabilito che é scritto male?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...